FULMINI

#glamoursofia: le vesti mai servirono solo a tener caldo. #missgeek su La Stampa Top News

1911820_217785265094959_1954599282_n1Chiede Re Lear: “Tu sei una gran dama: se il tuo vestire dovesse consistere solo nello star calda, qual bisogno avresti di portare sontuose vesti, che non son fatte per tenere caldo?” Ecco lì: la moda e il suo potere sulle nostre vite già ben presenti nel 1600. Dunque ogni ragazza che sente l’irrefrenabile desiderio di acquistare un Wrap Dress vintage di Diane Von Fustemberg ma anche le magliette vegan di Chiara La Scura  è nel flusso della storia e lo spiega con leggerezza, ironia e puntute citazioni Glamoursofia (Melangolo) in libreria dal 26 giugno scritto da Francesca Gallerani e Debora Dolci, esperta di comunicazione la prima, filosofa la seconda. Passando da quell’elegantone di Immanuel Kant (“È pur sempre meglio essere matto secondo la moda che fuori di essa”) e da Nietzsche (“credere nel corpo è più fondamentale che credere nell’anima”), attingendo da Platone e Adorno, Roland Barthes e Ines de La  Fressange, il pamphlet è amorevole con le ragazze pazze per i tacchi (“simbolo di empowerment sessuale derivante dall’essersi messa letteralmente sotto i piedi un presunto simbolo fallico”) e quelle che solo Asics Onitsuka Tiger (le  sneakers di Uma Thurman in Kill Bill), ma soprattutto è liberatorio per tutte. Poiché contesta la tesi che le donne seguono la moda come “soggetto passivo” plasmato dal marketing o dall’uomo demiurgo: “vogliamo continuare ad attribuire alla donna soggettività, volizione, emozione, capacità di azione”. Sempre. In fila all’alba per la collezione limitata di Isabel Marant da H&M, nella spesa folle per un’originale Vivienne Westwood, nel risparmio quotidiano per la Dior Addict Bag. Da mescolarsi addosso per partecipare “alla continua creazione e ricreazione di noi stessi, in un gioco delle identità in cui l’imperativo non è più essere autentici, mistificazione a cui resistere a tutti i costi, ma essere liberi di gioire della propria molteplicità”. Raccomandarvi di leggere Glamoursofia sdraiate e al riparo di occhialoni e lussurioso cappello a larghe falde è superfluo (dunque necessario).

 

#missgeek su La Stampa Top News ogni lunedì

About these ads

One thought on “#glamoursofia: le vesti mai servirono solo a tener caldo. #missgeek su La Stampa Top News

  1. Pingback: LA STAMPA – ALESSANDRA DI PIETRO e GLAMOURSOFIA | glamoursofia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...