GIOIA/PERSONE

Pier Ferdinando Casini

Pier Ferdinando Casini, 54 anni, leader dell’Unione democratica di centro (Udc), ex presidente della Camera, più volte deputato italiano ed europeo, da sempre democristiano, un tempo alleato della destra e poi della sinistra, non smette di lavorare alacremente all’unico suo sogno: un’unica e grande coalizione centrista, meglio se con lui a capo. Questo bell’uomo, alto e affabile, è autore di due matrimoni e un divorzio. Padre di quattro figli, tre femmine e un maschio, ci tiene a un’immagine moderna. Nei giorni scorsi, si è schierato contro ogni forma di censura sul web: “non proibisco il telefono solo perché qualcuno fa chiamate anonime”.

Quali sono i tre grandi temi della futura politica italiana?
 Identità e cittadinanza, ovvero come aprire all’immigrazione creando un diffuso senso di appartenenza alla nostra comunità. Poi l’innovazione del sistema economico e delle sue opportunità per più giovani costretti ad emigrare dal Sud al Nord, dall’Italia al resto del mondo. Infine una politica fiscale amica delle famiglie e la riqualificazione della spesa pubblica.

Inviterà le sue figlie ad andare all’estero, come ha fatto Pierluigi Celli con il suo in una lettera aperta pubblicata sul quotidiano La Repubblica? 
Mi auguro che i miei figli vadano all’estero per studiare e imparare, tornando poi in Italia. E’ mio dovere di uomo politico dare un messaggio di speranza e non di rassegnazione.

Nel dibattito pubblico, vincerà l’odio o l’amore?
 L’animosità irresponsabile è più fuori che dentro il palazzo e nella società impoverita il malessere sociale si trasforma presto in odio: la sua stagione è qui ed ora.


Qual è il futuro della democrazia? 
Dopo 15 anni di faticoso bipolarismo è ora di riprendere il cammino delle riforme creando un tavolo delle persone responsabili: Pierluigi Bersani e Piero Fassino, Raffaelle Fitto e Pisanu, oppure Gianni Letta, non vedo ostacoli ad un dialogo.


La legalità minacciata sopravviverà?
 I colpi sferrati alla criminalità organizzata sono merito dei magistrati, delle forze dell’ordine e del governo. Mi auguro che nelle prossime elezioni amministrative il ministero dell’Interno dia strumenti pubblici e informali utili ai responsabili nazionali dei partiti per avere informazioni serie e approfondite sui candidati locali
.

Ci saranno elezioni anticipate?
 Mi pare che Berlusconi abbia deposto l’idea di dare una spallata. Quindi credo che continuerà fino al 2013. Noi lo giudicheremo per i risultati che finora sono pochi.

Come cambierà la famiglia?
 Le abitudini sociali mutano ma sento che i più giovani hanno bisogno di famiglia tradizionale. Io ho fatto un divorzio ma auguro ai miei figli di non ripetere quest’esperienza.

Come vede il suo futuro? 
Le mie gratificazioni pubbliche le ho avute e sono felice con mia moglie, non mi aspetto niente ma sono in campo. Durante il Natale andrò ai giardinetti con i bambini, tuttavia nessuno facesse conto che io rimanga lì oltre le vacanze.

[Pubblicato su Gioia, 01/2010]

Advertisements

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...