FULMINI

L’invasione di Montecitorio. Accade domani.

gessicaIl bambino che vedete in foto (figlio di Gessica Rostellato, deputata 5 stelle)  è stato avvistato anche dentro al bar dei dipendenti della Camera dei deputati (dove vanno a mangiare i grillini, snobbando la mensa per deputati). O forse era il figlio di un’altra deputata 5 stelle: più di una si è portata dietro un piccolino. Va a sapere. La novità è che non era mai successo prima, anzi a dirla tutta, un regolamento vieta l’ingresso dei minori di anni 12 dentro Montecitorio, però con questa legislatura numero XVII (sì, 17) sta cambiando tutto e anche le istituzioni si adeguano. Velocemente. Domani, alla prima convocazione dell’Aula, ci saranno parenti, amici, genitori, figli in una quantità “mai vista prima” ci confida una dipendente della Camera, divertita e anche un po’ impaurita: “I più giovani vengono accompagnati dai genitori, moltissimi mariti e sì anche figli. L’ufficio sicurezza non ha mai avuto un simile carico di lavoro”. Facciamo un calcolo: 630 deputati, se anche la metà porta un parente siamo a oltre 900 circa, minimo 200 tra operatori e giornalisti, più il personale della Camera: oltre un migliaio di persone. Sarà una invasione pacifica, piena di donne e giovani come mai nella storia Repubblicana. La seguirò in diretta per Gioia. In ogni caso, a tutt@ buona fortuna!

Annunci

2 thoughts on “L’invasione di Montecitorio. Accade domani.

  1. FALSO era già successo e discusso con comunicati etc. etc.

    La questione già si pose nella quindicesima legislatura. La pose la deputata radicale della Rosa nel Pugno Donatella Poretti. Alla fine crearono pure una zona riservata all’allettamento e cambio parlamento per le neo mamme. Anche per gli articoli di colore per favore documentatevi.

    (estratto dalla scheda biografica di Donatella Poretti http://www.donatellaporetti.it/biografia.php )
    Quest’anno il 15 marzo 2006 e’ nata mia figlia Alice, avuta con il mio compagno di vita e impegno politico Vincenzo Donvito, che infatti e’ il presidente dell’Aduc. E cosi’ dopo che il nostro cane Leon, un meraviglioso e dolcissimo pitbull, ci aveva fatto vivere la bella esperienza di essere in tre, oggi siamo in quattro. Dopo neppure un mese sono stata eletta alla Camera dei Deputati nella lista Rosa nel Pugno, due svolte cosi’ importanti per la mia vita dove il privato e il pubblico e’ oramai da tempo che si sono miscelati. Basti pensare che anche il parto e’ stato oggetto di iniziativa politica visto che a Firenze la contrarieta’ ideologica ha frenato la possibilita’ di partorire senza dolore grazie all’anestesia epidurale. Ma da subito mia figlia e’ divenuta, suo malgrado, oggetto di attenzione per essere entrata in Parlamento alla tenera eta’ di neppure due mesi. La prima bimba a frequentare un ambiente nato per gli uomini, dove le donne sono sempre troppo poche e dove una donna che ha appena partorito non trova neppure un angolino dove allattare e cambiare la propria figlia, mentre dall’aula si diffondono ridondanti parole sulle “quote rosa” e sulle “pari opportunita’”.
    C’e’ molto da fare per rendere piu’ al passo con quello che accade nella societa’ le nostre leggi, per adeguarle ai tempi e alle abitudini, perche’ lo Stato non sia un freno e un ostacolo, ma perche’ possa favorire il singolo cittadino ad esprimere la propria individualita’ e a praticare la liberta’.

  2. Caro Jose
    Alla Camera entrano i bambini dai 10 anni (e non 12 come scritto da me) in su se accompagnati da adulti (per esempio insegnanti durante le gite). Dai 14 in su e sempre scortati da adulti possono entrare nelle tribune riservate al pubblico. Le deputate e i deputati possono portare da sempre i loro figli di qualunque età essi siano, ma non possono accedere in Aula. Le regole non sono cambiate. E’ vero, avrei potuto citare Donatella Poretti perché è stata una pioniera (i radicali lo sono spesso!), la prima a porre l’esigenza di avere anche una stanza dove poterla allattare. Ma “non era mai successo prima” più riferito al bambino che stava al bar dei dipendenti e al numero presunto di minori domani. Da una indiscrezione che ho riportato, pare che ci saranno molti bambini. Allora qui mi chiedo se quelli con meno di dieci anni che entreranno con le mamme e i papà deputati saranno poi allontanati quando questi entreranno in Aula o alla fine si chiuderà un occhio per questa inaugurazione. E da dopodomani sarà l’occasione giusta per ripensare certe rigidità e fare della Camera uno spazio aperto anche ai bambini. Senza dimenticare questa volta che lo dobbiamo anche a Donatella Poretti. Grazie per aver scritto. Alessandra.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...