FULMINI/GIOIA

Le cicatrici della guerra. Intervista a Madeleine Thien su Gioia!

cielo_color_melograno_EBJanie è una stimata scienziata canadese ma dentro rimane la bambina sopravvissuta al genocidio dei Khmer rossi in Cambogia (due milioni ammazzati dal 1975 al ‘79). La sparizione del suo amico e collega Hiroji la costringe a tornare nei luoghi dove ha visto morire la famiglia per riappropriarsi della sua storia più dolorosa ma identitaria e ricominciare a vivere. Consapevole di quanto il suo passato possa ancora tornare a spezzarla. L’eco delle città vuote (66thand2nd) è il romanzo potente e delicato di Madeleine Thien, 39 anni, scrittrice amata dal premio Nobel Alice Munro.

Il trauma di una guerra è per sempre?

Cambia nel tempo, non progredisce lineare verso la guarigione o la riconciliazione, è un movimento oscillante oppure circolare, una cucitura che si apre e si chiude. Talvolta ti senti in pace col mondo. Altre provi un’atroce paura di perdere il controllo. Questo terrorizza Janie: più si arrampica verso l’alto per allontanarsi da quei ricordi, più aumenta il precipizio.

Ogni conflitto anche se lontano appartiene a tutto il mondo?

Assolutamente sì. Parte dell’angoscia dei sopravvissuti cambogiani è l’invisibilità e il silenzio sulla dittatura (e il processo ai suoi maggiorenti concluso ad ottobre, sentenza il prossimo anno) che fu atroce e coinvolse molti stati occidentali:  con il loro appoggio i khmer rossi rappresentavano la Cambogia all’Onu fino al ‘91.

Quanto le ci è voluto per scrivere?

Cinque anni. Trovare le parole giuste, asciugare e distillare una storia che ogni cambogiano, sopravvissuto o no, potesse sentire vera e sua.

L’eco delle città vuote
Madeleine Thien
66thand2nd
pagg.230
16.00 euro
anche in ebook
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...