FULMINI

La parità in casa fa sesso (felice). Miss Geek su La Stampa Top News

1392032968-lavoridomesticiPer rassettare la cucina servono almeno venti minuti (al giorno) che è il doppio se non il triplo della durata media di uno dei nove rapporti sessuali mensili di una coppia italiana non in crisi. Fatevi due conti e capite quanto furbe sono le  dame che insistono per avere la parità dei lavori domestici  a dispetto di certi studi americani che minacciano: se lui passa l’aspirapolvere fa meno sesso, di cui si è occupato in un lungo articolo il New York Times , entrambi ripresi con un entusiasmo imbarazzante dai media nostrani. Lì in America, ma ancora di più qui in Italia, si paventa infatti come il più atroce tra i mali che la coppia egualitaria passa da 6 a 5 rapporti mensili senza neanche riflettere un solo secondo che se lui si sciroppa anche solo quei 20 minuti e tu li passi a farti una maschera, scegliere la lingerie giusta, sdraiata sul divano, arrivi (magari) più desiderosa e riposata a uno di quei 5 incontri galanti (ma poi non era bastata una copertina del Newsweek su 50 sfumature di grigio a sfatare il mito che parità ovunque ma non necessariamente a letto?). E comunque il bello delle ricerca è che ce n’é sempre un’altra uguale e contraria. Qui la sociologa Letizia Mencarini confronta i paesi europei dimostrando come maggiore è la simmetria di genere, più alti sono i livelli di fecondità più alta (e non serve spiegare che per fare i bambini entrambi devono sdraiarsi sul divano). Qui invece Scott Coltrane, Università dell’Oregon, incoraggia gli uomini e le donne ad occuparsi l’uno dell’altra spiegando, con una tesi ardita ma affascinante, che le moglie grate ai mariti che cucinano e portano il figlio dal pediatra sono felici di dar loro una ricompensa in sesso e una volta stabilito questo scambio le relazioni durano più a lungo. Un terzo link, e fermiamoci qui, ci porta a scoprire che la differenza tra un matrimonio felice e uno disgraziato la fanno proprio i lavori di casa: la dritta è sapere chi fa e che cosa, poi si va lisci. Spartirsi da subito i doveri e non recriminare (mai più) sui piaceri.

missgeekMiss Geek è pubblicata ogni lunedì su Lastampa.it Top News versione solo per Ipad.

Advertisements

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...