GIOIA/PERSONE

Erica Jong: elogio del sesso lento. Su Gioia!

Sono a cena con un mito, sono seduta accanto ad Erica Jong l’autrice di Paura di volare, un capolavoro che ha raccontato il desiderio sessuale femminile con libertà, ironia e zero vittimismo, un romanzo irresistibile dopo 42 anni di continue ristampe e 30 milioni di copie vendute. Sono qui che sorseggio il barolo discutendo di sesso possibile e felice in ogni età con Jong (si dice Giong, con la g e non la i), proprio con lei che ha inventato quel modo di dire, la zipless fuck, la scopata senza cerniera, ovvero sesso e basta, ma che non ne ha mai fatto neanche una in vita sua: «L’ho dichiarato nei miei libri e lo ribadisco dal vivo, non mi è mai accaduto, ma ogni volta tutti mi guardano come se fosse impossibile». Me compresa. E siamo qui che pilucchiamo questo eccezionale tartufo bianco d’Alba grattuggiato sull’uovo in camicia – sono i piatti gourmet di Guido in Villa Reale a Fontanafredda, Fondazione Mirafiore, zona Langhe, Piemonte- e vorrei tanto saperne sul fungo per soddisfare le curiosità di Jong invece ho solo una fissazione, ora glielo chiedo: «ci facciamo un selfie?».
Io e Erica jong Non ho resistito e me ne vergogno un po’, ma Erica che come tutte noi over 20 conosce la fatica di venire decente dentro un Iphone dice subito di sì, essendo tanto bionda quanto gentile, poi guarda il risultato e dice al marito lì accanto: «Ho passato la vita ad assomigliare a mio padre che era così un bell’uomo e ora in queste foto vedo solo mia madre». Sorride, gli occhi azzurri ammiccano, l’aria ironica e un po’ spavalda, mi racconta: «La più grande lezione che ho imparato dalla vita è non importarmi della reputazione. Quando sei così nota, c’è chi pensa che sei un genio e chi una poco di buono. Io non ho mai dato peso né agli uni né agli altri».

Il suo ultimo libro – che abbiamo appena finito di presentare in una sala stipata da centinaia di persone – si intitola Fear of dying, letteralmente Paura di morire (tradotto in Donna felicemente sposata cerca uomo felicemente sposato, edito in Italia da Bompiani, come tutti i suoi 9 romanzi) e racconta la disperazione di Vanessa Wonderman attrice molto oltre i 50 che ha ancora voglia di sesso mentre accudisce il marito malconcio.

Nella ricerca di avventure ormonali per contrastare la caduta libera verso la vecchiaia si iscrive al sito di appuntamenti Zipless (Senza cerniera) ispirato al titolo del più famoso romanzo della sua amica Isadora Wing che è poi il nome della protagonista di Paura di volare (è un gioco delle parti, uno scherzo con i lettori che riesce benissimo). Senza fare spoiler – il libro merita di essere letto – la ricerca del sesso porterà, come sempre accade in Jong, a trovare la propria autentica natura, una verità fatta di accettazione e di godimento. E c’è in questo romanzo un vero e proprio elogio dell’incontro lento e del potere erotico dell’intimità, una forza uguale e contraria alla scopata senza cerniera: la sta rinnegando? «No, ma c’è un tipo di sesso per ogni età, la velocità adesso non avrebbe alcun senso».

A riempire la vita di Jong oggi ci sono la figlia, i tre nipoti, la passione politica. Le piace moltissimo Hilary Clinton, «è la migliore, è ora che le nonne prendano il potere come succedeva nelle antiche società matriarcali, noi sappiamo che cosa è la guerra e che cosa è la pace». E a proposito di donne forti, le chiedo come è potuto accadere che il femminismo sia diventato un insulto? Erica sostiene che l’errore è stato compiuto da tutte coloro che hanno pensato di poter vincere la partita della parità escludendo i maschi, odiandoli, mettendosi in rivalità: «essere noi più libere è affare loro come nostro, ci guadagniamo tutti».

È tardi, il marito di Erica che ha ascoltato mille conferenze e interviste ma la guarda adorante e annuisce come fosse la prima volta, la prende per mano, è ora di tornare in albergo. Lei ha voglia di stare qui, ha mille domande da fare, sì. Erica Jong, parla poco perché chiede e soprattutto ascolta, è curiosa di tutto, della storia personali, di un libro che citi ma anche di come è stato fatto il superbo gelato bianco che ci servono dentro una coppa di ghiaccio. Non c’è tempo, invece. Lui vuole andare via e glielo chiede con un sorriso, Va bene, andiamo, anche se un po’ le dispiace. Stanno insieme da 25 anni, e c’è dentro tutto quell’amore che è il potere di essere in due e volare sopra ogni paura.

3410067-9788845277436

Questo articolo è stato pubblicato sul n. 44 del settimanale Gioia!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...