EVA ZEISEL, MITICA CERAMISTA E DESIGNER

Negli Stati Uniti, dove vive tuttora, è famosissima e nel campo del design è un’autorità assoluta. Ha ormai compiuto 98 anni Eva Zeisel, una delle più importanti ceramiste e meglio conosciute designer del mondo, nata a Budapest nel 1906. Dopo un breve esordio come pittrice, ben presto cominciò a sperimentare la carriera di ceramista e crebbe, artisticamente parlando, in varie regioni d’Europa, dall’Austria alla Gran Bretagna, dalla Germania, all’Unione Sovietica.

Proprio lì, prima della guerra, divenne direttrice delle manifatture delle porcellane e vetro per la Repubblica Socialista Sovietica, fino al momento in cui, per ragioni politiche, fu costretta a riparare in America, nel 1938 (a New York).

Attivissima e all’avanguardia fin da giovane, la Zeisel divenne una delle prime industrial designer del 20esimo secolo. Artista dotata e prolifica, le sue opere sono esposte nelle collezione di tantissimi musei in tutto il mondo. Ancora in attività, continua a fornire il suo contributo ad aziende negli Stati Uniti e in Europa, nonché alle manifatture russe, con cui ora ha da poco ricominciato a collaborare.

L’esposizione

Per celebrare il suo genio, l’Hillwood Museum & Gardens a Washington (D.C.) ha pensato di dedicarle una mostra monografica, dal titolo “Eva Zeisel: The Playful Search for Beauty”, che sarà visitabile fino al 4 Dicembre 2005.

Il titolo dell’evento prende spunto proprio dal modo in cui l’artista stessa ha riassunto il suo metodo di lavoro. Sebbene infatti le linee eleganti e le forme organiche delle sue opere siano chiaramente moderne, la Zeisel ha sempre cercato di evitare quello che lei ha descritto come “freddo, negativo” aspetto del design contemporaneo. Così, in tutta la sua produzione, ha cercato di creare “cose che possono rendere le nostre vite piacevoli, comode ed eleganti”. “Al posto di un severo funzionalismo, il lavoro della Zeisel mostra curve accentuate, forme naturali che sono giocose e tuttavia familiari”, come afferma Frederick J., Fisher, executive director di Hillwood.

Questa mostra è una rara opportunità per ammirare molti dei suoi ultimi disegni, alcuni dei quali sono esposti al pubblico per la prima volta. Oggetto della sua sofisticata ricerca formale, sono sempre stati gli oggetti di uso quotidiano che usiamo più spesso, che ci circondano mentre sediamo con i membri della nostra famiglia o con i nostri amici.

Le forme rotondeggianti e delicate, organiche e familiari contraddistingono così gli accessori per la tavola e la casa, rendendoli originali e piacevoli nell’uso.

Plastici e arrotondati sono ad esempio i simpatici contenitori per sale e pepe realizzati fra il 1947 e il 1950 (in terracotta smaltata, prodotti dalla Hall China Company); innovativa e avvolgente la forma di un vaso le cui estremità si congiungono alla sommità, utilizzabile anche come contenitore per salse (1949-50, in terracotta smaltata, prodotto da Red Wing Pottery); la porcellana smaltata è invece il materiale adoperato per realizzare un originalissimo e colorato prototipo per divisore da parete modulare in ceramica, datato 1958 e creato per l’italiana Manifattura Mancioli, di Montelupo.

Si ringrazia l’Hillwood Museum & Gardens per la gentile concessione delle foto.

Foto1

Eva Zeisel wearing a silk wrap designed by an artist friend, about 1929. Photograph courtesy of the Eva Zeisel Archives.

Foto 2

Eva Zeisel, vessel intended to serve as a sauceboat or vase, Tomorrow’s Classic, 1949-50. Glazed earthenware. Produced at the Hall China Company, Liverpool, Ohio. Collection of Sydney A. Warshaw. Photograph by John Paschal.

Foto 3

Eva Zeisel, salt and pepper shakers, Town and Country, designed in 1945-46, manufactured in 1947-50. Glazed earthenware. Produced at Red Wing Pottery, Red Wing, Minnesota. Collection of Sydney A. Warshaw. Photograph by John Paschal.

Foto 4

Eva Zeisel, Prototypes for Modular Ceramic Wall Dividers, Manifattura Mancioli (Montelupo, Italy), glazed porcelain, 1958. Collection of the artist. Photographer by Brent C. Brolin.

ALTRI ARTICOLI CORRELATI: