E’ l’Europa dei diritti, della democrazia e della pace.

Il grande valore dell’Unità Europea non può essere ridotto alla sola moneta unica.

Mai come oggi nel pieno di una guerra alle porte dell’Europa, si dimostra necessario e indispensabile costruire l’Europa come entità politica autonoma e sovrana, in grado di svolgere un ruolo forte nel mondo per esportare la democrazia dei diritti, della convivenza tra i popoli, degli strumenti della diplomazia e del dialogo.

La via della pace oggi e domani ha bisogno di un’Europa come realtà politica forte ed autonoma.

UN CORPO CIVILE DI PACE EUROPEO: occorre costituire un corpo civile di pace europeo, capace di intervenire per prevenire le crisi e i possibili conflitti. Occorre evitare il ripetersi di situazioni come quella del Kosovo, dove, per porre fine alla pulizia etnica, si è data origine a una guerra le cui disastrose conseguenze ricadono su popoli innocenti e creano disastri ambientali di cui subiremo gli effetti per diversi anni.

SVILUPPO SOSTENIBILE per l’Europa significa puntare sulla valorizzazione delle risorse ambientali, culturali, artistiche, agricole e di nuova imprenditorialità di cui le nostre regioni sono piene. Occorre costruire su questo una nuova economia.

AMBIENTE E LAVORO: aumentare i fondi europei per la riqualificazione delle città e il risanamento delle periferie urbane.

Istituzione di un programma europeo che punti alla piena occupazione, alla pari opportunità tra uomini e donne, al sostegno delle economie locali e che incentivi l’innovazione sociale ed ecologica.

UN’EUROPA PIU’ APERTA ALLE DIVERSITA’ CULTURALI: restituire ai cittadini extracomunitari i diritti umani fondamentali, da quelli politici a quelli civili.

SALARIO UNICO EUROPEO DI CITTADINANZA: non più sussidi dei singoli paesi, ma un unico salario di cittadinanza che liberi dal lavoro nero. Incentivazione alla rotazione lavorativa.

STATUTO EUROPEO DEGLI STUDENTI: per garantire i diritti minimi degli studenti.

BIOINGEGNERIA: blocco del commercio degli organismi geneticamente modificati.

Introduzione di un’etichettatura chiara e precisa della composizione dei prodotti alimentari. L’interdizione totale di tutti i brevetti sulle forme viventi, piante animali e il divieto della clonazione.

POLITICHE AMBIENTALI E TUTELA DELLA NATURA

Integrazione delle attività economiche all’ambiente, con la riduzione del 50% dell’effetto serra entro il 2030, attraverso politiche che indirizzino verso l’utilizzo delle energie rinnovabili, con diminuzione dei consumi delle risorse naturali.

Incentivare le politiche rivolte al ripristino del paesaggio ambientale, storico e culturale ed alla protezione degli habitat naturali.

Introduzione di un programma di riduzione del rifiuto attraverso il riciclaggio.

AGRICOLTURA ECO-COMPATIBILE: migliorare la qualità dei prodotti e rafforzare i mercati regionali, scoraggiando l’utilizzo dei pesticidi e delle monoculture che impoveriscono le risorse naturali e riducono la sicurezza alimentare.

Difendere e conservare la diversità genetica di piante e animali, creando le banche dei semi, incentivando l’agricoltura biologica.

AUMENTARE I FONDI per la riconversione compatibile dell’agricoltura, dell’industria, del turismo e per la realizzazione di reti di trasporto non inquinanti.

LA MIA ESPERIENZA DI AMMINISTRATORE DI UNA GRANDE CITTÀ AL SERVIZIO DELL’EUROPA

TUTELA DELLA NATURA: Roma diventa la città più verde d’Europa, seguita da Berlino, Barcellona, Amsterdam e Parigi. Con il Piano delle Certezze sono stati protetti da cemento 87.000 ettari di parchi intorno a Roma, pari al 68% di territorio, compresi 1.000 beni, tra casali, torri, scuderie.

L’Agro Romano è stato candidato all’UNESCO come riserva mondiale della biosfera.

Tagliati via 17 milioni di metri cubi di cemento.

Sono state istituite 15 aree protette naturalistiche

DIRITTI DELLE DONNE Programma di assistenza post-partum, sostegno alle madri detenute nel carcere di Rebibbia, impegno per le pari opportunità

L’AMBIENTE HA CREATO POSTI DI LAVORO CON:

60 aree verdi con servizi dati in gestione: 2000 posti di lavoro fisso e 300 stagionali

Incarichi di manutenzione del verde e servizi nella città alle cooperative sociali

9 centri di autodemolizione lontani dall’abitato a basso impatto ambientali, che riuniscono gli esercizi esistenti.

chioschi per la gestione dei servizi della spiaggia libera di Capocotta

Attività didattiche, di ristoro e visite guidate in 11 aree protette della città

Servizio di navigazione sul Tevere

Avviamento al lavoro di 146 giovani del progetto polis

VALORIZZAZIONE ATTIVITA’ AGRICOLA: creazione di uno sportello unico per l’agricoltura, incentivazione dell’agricoltura biologica, rilancio produzione tipica e agriturismo.

NASCE LA RISERVA DEL LITORALE ROMANO, l’area protetta più estesa del Mediterraneo

VILLE STORICHE: Avviati i restauri delle maggiori ville e parchi storici romani. Raddoppia Villa Ada con l’acquisizione di 74 ettari di proprietà privata

PERIFERIE VERDI: creati 150 giardini e piazze verdi e su aree abbandonate sono nati i grandi parchi attrezzati di Villa De Sanctis-parco Casilino-Labicano, Parco Alessandrino, parco di Aguzzano, Corviale, Tor Bella Monaca, ex Snia Viscosa.

Nuovi parchi attrezzati tra le case di edilizia pubblica e agevolata

200 nuovi parchi gioco per i bambini

PROGRAMMA 100 PIAZZE: 50 nuove piazze come punto d’incontro e socializzazione

PARCO DELL’APPIA ANTICA ISOLA PEDONALE NEI GIORNI FESTIVI: a piedi o in bicicletta, si può godere di testimonianze storiche e archeologiche, immerse in un paesaggio naturalistico di inestimabile valore. La parte più pregiata dell’immenso comprensorio verde, i parchi della Caffarella e degli Acquedotti, sono stati espropriati ed attrezzati.

4 NUOVE PISTE CICLABILI: Ponte Risorgimento- Villa Borghese, Villa Borghese-Villa Ada, Ponte Sublicio-Ponte della Magliana, Ponte della Magliana-Ponte di Mezzocammino, che creano una prima rete di collegamenti per le due ruote tra le ville storiche e il Parco del Tevere e del Litorale

RECUPERO CAVE: regolata l’attività estrattiva e obbligo per del recupero da parte dei proprietari delle cave dismesse.

RACCOLTA DIFFERENZIATA su tutta la città di carta, alluminio, plastica e vetro. Campagna di educazione ambientale nelle scuole.

OASI: a Castel Di Guido prima oasi agricola Lipu, Galeria Antica e Oasi WWF a Villa Ada